Riassorbimento Dentale

Riassorbimento Dentale

Il riassorbimento dentale è una patologia che causa un’irritazione ai denti e, di conseguenza, può provocare la perdita di una o più parti dell’apparato.

In generale, le parti del dente che possono essere interessate da un riassorbimento radicolare sono la polpa, la radice, il cemento e la dentina. Di solito, il danno si verifica all’esterno, per poi estendersi sempre più dentro il dente. Anche se non sempre presenti, gli altri possibili sintomi che possono colpire il tuo apparato sono il gonfiore alle gengive e una colorazione dentale non proprio brillante.

Si tratta di un’irritazione che, se non curata, può comportare infezioni e anche danni permanenti nella tua bocca.

Quindi, se sospetti di avere un riassorbimento dentale, consulta immediatamente il tuo Dentista di Fiducia.

Tipi di riassorbimento dentale

A seconda del luogo dove si verifica il danno, esistono due tipi di riassorbimento del dente: interno ed esterno.

Tra i due, il più difficile da notare è sicuramente un riassorbimento interno dente, perché colpisce proprio i tessuti interni del dente. In verità, avviene anche meno frequentemente, soprattutto in pazienti che hanno già subito un intervento di chirurgia orale estesa, come un trapianto dentale.

Dato che colpisce solo i tessuti interni della dentatura, la diagnosi di questo tipo di problema richiede delle radiografie, che indaghino proprio i danni dentro il dente.

Al contrario, un riassorbimento esterno è più facile da notare, in quanto avviene sulla superficie del dente. Quindi, è anche molto più comune. Generalmente colpisce quasi ogni parte fuori dal dente e appare come dei buchi profondi o scheggiature.

Cause del riassorbimento radicolare

I motivi dietro un riassorbimento dentale sono diversi e cambiano a seconda del luogo dove si verifica l’infezione. Ma ad oggi non si ha una lista precisa delle possibili cause del problema.

Ad esempio, un caso esterno è spesso provocato da lesioni superficiali alla bocca, che feriscono l’osso sopra e sotto il dente. Tali lesioni possono dipendere da apparecchi ortodontici o da casi di bruxismo.

Al contrario, un riassorbimento interno dente dipende da ferite che avvengono solamente all’interno del dente stesso.

Complicazioni del riassorbimento dentale

Quando non è curata in tempo, tale irritazione dentale può portare alle seguenti complicazioni:

  • infezioni
  • denti storti
  • debolezza e scolorimento
  • fori e cavità
  • perdita e recessione
  • dolore

I sintomi del riassorbimento denti

Sfortunatamente, non sempre il riassorbimento del dente presenta una serie chiara di sintomi. Dunque, anche le diagnosi possono essere complicate. Infatti, accade spesso che le persone non si accorgano del problema per anni.

Nella maggior parte dei casi, i sintomi di un dente riassorbito si presenta solamente quando l’infezione peggiora e possono essere:

  • dolore alla radice o all’interno del dente
  • colorazione più scura 
  • gonfiore delle gengive
  • scheggiature dei denti più facile
  • buchi simili a cavità

Come si cura un riassorbimento dei denti?

Il trattamento adatto a un’infezione da riassorbimento dipende dall’entità del danno e dalla zona interessata.

Spesso, si cerca di conservare integre le parti non colpite dalla malattia. Nel frattempo, invece, si procede a rimuovere quelle che hanno subito i danni, anche per prevenire un altro caso simile. Alcune delle operazioni dentali che possono essere utili per curare questa patologia sono:

  • canale radicolare
  • corona
  • chirurgia gengivale
  • rimozione (o estrazione) del dente

Dato che spesso un riassorbimento dentale influisce sull’aspetto del dente, alcune persone usano degli impianti e delle faccette per rendere la loro dentatura più naturale.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy